Lavorare con i calendari di ProjectLibre – Parte 1

Lavorare con i calendari di progetto  DI ProjectLibre – Parte 1

Programmi come ProjectLibre hanno la caratteristica di gestire diverse tipologie di Calendari, e quindi di Schemi di Orario che le risorse possono seguire. Dinamicamente, in base al calendario che definiamo, ProjectLibre distribuisce l’effort previsto (Lavoro Previsto) delle risorse in modo automatico e correttamente.

In ProjectLibre distinguiamo tre tipi di calendario

  1. Calendari di Progetto
  2. Calendari di Risorse
  3. Calendari di Attività

Ogni progetto ha un suo calendario di riferimento, normalmente quello Standard o suoi derivati. Ma contemporaneamente possiamo avere Risorse Umane o Attrezzature che hanno un calendario anche decisamente diverso.

In ultimo anche le attività possono avere un proprio calendario.

Ma queste eccezioni le vedremo tra un pò.

Selezione di un calendario di progetto in ProjectLibre

La selezione del calendario di progetto, e se non esiste, la sua creazione, è una delle prime attività che devono essere fatte nella creazione di un piano di progetto (o schedulazione o cronoprogramma.

E’ importante farlo, poichè, se associamo prima le risorse alle attività e dopo definiamo il calendario, il povero ProjectLibre va in confusione, o meglio, non riaggiorna i calcoli sulle date e ore di lavoro che ha previsto in modo da riflettere il nuovo calendario.

Per selezionare un calendario e associarlo al progetto procediamo nel seguente modo:

Calendari di progetto con ProjectLibre

 

Richiamiamo il pannello File (1) e clicchiamo su (2) Informazioni, verrà visualizzata la finestra Informazioni progetto come nella figura precedente.

La lista Calendario di base elenca I calendari disponibili all’interno del file di progetto su cui stiamo lavorando. Scegliamo il calendario che ci interessa tra quelli elencati e confermiamo cliccando sul pulsane Chiudi.

ProjectLibre ci mette a disposizione tre modelli di Calendari (o schemi di orario) da cui possiamo partire per crearne di nostri e con eventuali eccezioni.

La gestione dei Calendari non è altrettanto potente come quello di Microsoft Project, ma in linea di massima ci permetterà di gestire innumerevoli schemi di orario diversi.

Nel prossimo articolo vedremo come creare e impostare un nuovo calendario con ProjectLibre.

3 commenti su “Lavorare con i calendari di ProjectLibre – Parte 1”

Lascia un commento