La Schedulazione Dinamica con Microsoft Project

In un ambiente di progetto in continua evoluzione, l’abilità di adattarsi ai cambiamenti in tempo reale è fondamentale. Questa è la promessa della schedulazione dinamica – una modalità di pianificazione flessibile e adattiva che può far fronte alle mutevoli necessità del progetto.

Quando si combina con le notevoli e versatili funzionalità di Microsoft Project, la schedulazione dinamica può diventare un potente strumento a disposizione di un project manager.

Cos’è la Schedulazione Dinamica?

La schedulazione dinamica è un approccio alla pianificazione del progetto che enfatizza la flessibilità e l’adattabilità.

Questo non significa che i piani e le scadenze siano totalmente fluidi e mutevoli, ma piuttosto che il piano di un progetto viene sviluppato con la consapevolezza che possono verificarsi cambiamenti.

Si prevedono, quindi, processi e procedure per fare fronte a tali cambiamenti. Questo potrebbe includere l’aggiornamento delle stime di durata dei task, la riassegnazione delle risorse, o l’aggiustamento delle priorità dei task.

In sostanza, la schedulazione dinamica è l’arte di equilibrare la necessità di avere un piano stabile con la realtà di un ambiente di progetto in costante evoluzione.

Se la terza attività ha una maggiore durata, il software ha la possibilità di ricalcolare le date di inizio (e fine) dei successori

Vantaggi della Schedulazione Dinamica

Altri vantaggi chiave di una schedulazione dinamica sono:

  • È molto più facile sviluppare scenari (what-if) con un modello dinamico rispetto ad un modello statico
  • Ogni volta che il progetto slitta in ritardo dopo un ‘aggiornamento di stato’, si dovranno sviluppare soluzioni per minimizzare l’effetto dello slittamento
  • Il modello dinamico sarà molto più utile di un modello statico
  • Questo modo di procedere può far risparmiare tantissimo tempo una volta che il lavoro vero e proprio inizia anticipando ed evitando problemi di produzione
  • Si crea il modello di pianificazione (comprese le dipendenze) durante la fase di pianificazione del progetto, quando si hanno meno pressioni temporali rispetto alla fase di esecuzione

 

Cosa serve per ottenere una Schedulazione Dinamica

Creare una schedulazione realistica e realizzabile è un’arte ed una scienza.

La maggior parte dei project manager non hanno né il tempo (dovrebbero gestire il progetto) né la propensione a diventare un esperto schedulatore.

Questo non dovrebbe essere un problema se l’Organizzazione che esegue il progetto sviluppa un PMO efficiente.

 

Microsoft Project e la Schedulazione Dinamica

Microsoft Project offre una serie di funzionalità che supportano e facilitano la schedulazione dinamica. Un esempio di ciò sono le dipendenze dei task, che permettono di creare relazioni tra i vari task di un progetto. Quando un task viene aggiornato o modificato, Microsoft Project automaticamente aggiusta gli altri task dipendenti di conseguenza.

Questo significa che non devi tracciare manualmente le implicazioni di ogni cambiamento attraverso l’intero progetto. Inoltre, Microsoft Project permette di impostare e modificare i vincoli di task, consentendo di adattare facilmente la tempistica e l’ordine dei task in risposta ai cambiamenti.

Infine, Microsoft Project offre potenti strumenti di tracking del progresso del progetto, che ti danno una visione chiara e aggiornata dello stato del tuo progetto in ogni momento.

Applicare la Schedulazione Dinamica in Microsoft Project

Implementare la schedulazione dinamica in Microsoft Project richiede un uso consapevole delle sue funzionalità. Ad esempio, la creazione di dipendenze tra task non è solo una questione di tracciare le relazioni esistenti.

Può essere un mezzo potente per gestire la flessibilità del tuo progetto, permettendoti di vedere immediatamente l’effetto di potenziali cambiamenti sui task correlati.

Tipi di Vincolo

Allo stesso modo, l’uso di vincoli può essere un modo efficace per gestire le tempistiche del progetto in modo dinamico. Ad esempio, potresti usare un vincolo “iniziare non prima del” per pianificare un task che non può iniziare fino a quando una certa condizione non è soddisfatta.

Se quella condizione cambia, puoi facilmente aggiornare il vincolo (o toglierlo) e Microsoft Project aggiornerà automaticamente la pianificazione di tutti i task correlati.

Conclusione

La schedulazione dinamica può sembrare un concetto complesso, ma con la pratica diventerà facile da applicare. L’obiettivo non è eliminare completamente l’incertezza o il cambiamento da un progetto – questo sarebbe impossibile. Piuttosto, l’obiettivo è di gestire attivamente quella incertezza tipica presente nei progetti.

Se vuoi imparare ad applicare la Schedulazione Diamica con Microsoft Project partecipa ad uno dei miei corsi o chiedimi una consulenza. Visita la pagina http://www.rinorizzo.com/formazione per maggiori informazioni.

Lascia un commento